In occasione della Giornata Mondiale dei Rifugiato 2019 abbiamo il piacere di invitarvi all’inaugurazione della mostra di narrazione fotografica:

CHIUNQUE, NEL GIUSTIFICATO TIMORE
(Art. 1 Convenzione di Ginevra 1951)
che si terrà GIOVEDì 20 GIUGNO dalle 18:30 
presso Casa Madonna Pellegrina, in via Madonna Pellegrina 11 a Pordenone.

“Chiunque nel giustificato timore” è una narrazione fotografica in cui ritratti di richiedenti asilo si accompagnano alle loro storie di viaggio e di fuga. L’intimità del dolore, della speranza, della volontà e della rabbia, per un passato da allontanare ed un futuro incerto, trovano nelle storie raccolte uno spazio di visibilità concreta che restituisce a ciascuno di loro una identità individuale e non collettiva. I richiedenti asilo, come categoria ad uso e consumo delle più diverse definizioni, sembrano non esistere come individui ma solo come massa, dimenticando che “ciascuno” di loro, nel gruppo del “chiunque” bussa alle porte dell’Europa, ha un personalissimo motivo per andarsene e che forse giustifica il suo ritrovarsi qui a vivere nell’attesa di poter ricominciare.

A cura di Maria Chiara Caccia

Canto Sconfinato”, coro multietnico di Pordenone, ci permetterà di ascoltare suoni e voci di altre terre durante la serata. Tra un brano e l’altro, verranno raccontate le storie di “Chiunque, nel giustificato timore”.

Seguirà un ricco buffet.

La mostra sarà poi visionabile dal giovedì al sabato in orario 16:00-19:00 fino al 7 agosto.

NUOVI_VICINI_logo_positivoNUOVIVICINI_immagine_bimbo_intro

LA NUOVI VICINI 

Nuovi Vicini società Cooperativa Sociale – Impresa Sociale nasce per volontà della Caritas
Diocesana di Concordia-Pordenone e degli operatori
dell’associazione Nuovi Vicini Onlus, con lo scopo di
proseguire in attività di gestione di progetti e servizi di
accoglienza, assistenza ed integrazione sociale per migranti,
donne maltrattate, vittime di tratta e grave sfruttamento,
ed altri soggetti bisognosi di tutela, al fine di valorizzare
l’esperienza acquisita in 10 anni di attività garantendone la
continuità e lo sviluppo.

mission

“professionisti che mettono a disposizione della
comunità informazioni, competenze ed esperienze
per ascoltare, accogliere, tutelare ed integrare i
cittadini migranti, in particolare quelli costretti ad
abbandonare il proprio paese.”

NUOVI VICINI servizi

“Vivere in una comunità inclusiva, solidale e aperta a
tutti coloro che vogliono contribuire al miglioramento
della qualità della vita della comunità stessa”

Accoglienza

Integrazione

Tutela legale

IL PROGETTO DI

integrazione linguistica

Scopri di più

CHI È IL rifugiato

Il rifugiato è una persona che, “per fondato timore di persecuzione
per motivi di razza, religione, nazionalità, appartenenza ad un determinato
gruppo sociale od opinione politica, si trova fuori del paese di cui ha la
cittadinanza e non può, a causa di tale timore, avvalersi dela protezione in
tale paese”.

(convenzione di Ginevra del 1951 sullo status dei rifugiati, art. 1°)

INIZIATIVE

Giornata mondiale del rifugiato
Giornata mondiale del rifugiato

Il 20 giugno si celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato, appuntamento annuale voluto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che ha come obiettivi la riaffermazione dei valori sui quali sono basati gli accordi internazionali in materia di protezione dei rifugiati e la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla condizione, spesso sconosciuta ai più, di questa particolare categoria di

Leggi
Mostra fotografica ALTRI SGUARDI
Mostra fotografica ALTRI SGUARDI

La mostra fotografica “Altri sguardi” è stata realizzata da alcuni dei beneficiari del progetto SPRAR delle provincie di Pordenone, Udine e Gorizia in occasione della giornata Mondiale del rifugiato del 2015. L’esposizione dei lavori alla cittadinanza vuole in primis sensibilizzare la comunità sul tema della protezione internazionale ma soprattutto creare momenti di socializzazione tra tutti

Leggi
Marcia silenziosa SOLIDARIETÀ
Marcia silenziosa SOLIDARIETÀ

Organizzata il 30 aprile 2015. Iniziativa partita da associazione Hapa Tuk che chiede alla cooperativa di partecipare con tutti i richiedenti asilo in progetto. Marcia fatta in nome delle vittime del mare, delle vittime di una guerra non dichiarata.

Leggi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi