• STORIA:

Nuovi Vicini Soc. Coop. Soc nasce per volontà della Caritas Diocesana di Concordia-Pordenone e degli operatori dell’associazione Nuovi Vicini Onlus, con lo scopo di proseguire in attività di gestione di progetti e servizi di accoglienza, assistenza ed integrazione sociale per migranti, donne maltrattate, vittime di tratta e grave sfruttamento, ed altri soggetti bisognosi di tutela, al fine di valorizzare l’esperienza acquisita in 10 anni di attività garantendone la continuità e lo sviluppo

  • MISSION:

“professionisti che mettono a disposizione della comunità informazioni, competenze ed esperienze per ascoltare, accogliere, tutelare ed integrare i cittadini migranti, in particolare quelli costretti ad abbandonare il proprio paese.”

  • VISION:

“ vivere in una comunità inclusiva, solidale e aperta a tutti coloro che vogliono contribuire al miglioramento della qualità della vita della comunità stessa”.

  • COLLABORAZIONI:

“Associazione di promozione sociale MERAVIGLIOSA-MENTE”, progetto condiviso per la realizzazione di coprsi di italiano per richiedenti asilo e rifugiati presso il Comune di Roveredo in Piano.

“Opera Sacra Famiglia”, attivazione nel 2015 di corsi di Italiano per immigrati accolti nei progetti gestiti dalla Cooperativa Nuovi Vicini.

“Consorzio Leonardo”, collaborazione per la realizzazione di percorsi in integrazione sociale e dove possibile, lavorativa, con particolare attenzione ad azioni volte all’orientamento sul territorio.

“Azienda per i servizi sanitari n.6 friuli Occidentale”, protocollo di intesa per promuovere azioni di coordinamento e presa in carico delle persone inserite nelle progettazioni della Cooperativa, con eventuale affiancamento degli operatori della Cooperativa stessa nelle dinamiche relative alla salute degli ospiti.

“Associazione Centro Studi Umanistici”, attività di apprendimento e approffondimento della lingua italiana, con l’obiettivo di offrire occasioni formative e stimolare la partecipazione dei richiedenti protezione internazionaleai corsi di lingua italiana.

“Casa dello studente A. Zanussi” realizzazione di corsi di italiano presso la struttura stessa.

“Casa di riposo di Sacile”, settembre 2016, attività di volontariato che hanno visto impegnati tre ospiti dei progetti, che hanno affiancato gli opertori della struttura in attività ricreative.

“Associazione Hapatuko – Liceo Leopardi – Majorana Pordenone”, dal 2015 si è sviluppato un coinvolgimento con la Cooperativa Nuovi Vicini, su due fronti ovvero una attività di dopo scuola dedicata ai ragazzi ospiti dei progetti che assime agli studenti, svolgono esercizi di lingua italiana e che fino ad oggi ha visto al aprteciapzione di 150 persone sotto il coordinamento del prof. Sergio Chiarotto; un secondo filone di attività è quello del laboratorio di sartoria nato dalla passione di una professoressa dell’istituto per la produzione di manufatti in tessuto. L’attività coinvolge ragazzi italiani e stranieri, che un pomeriggio alla settimana lavorano assieme alle macchine da cucire per relizzare borse uniche nel loro genere, fatte con materiali di reciclo. A monte di queste due collaborazione vi è l’associazione Hatuko, costituita da diversi professori che si dedicano al volontariato in Africa.

“Casa Madonna Pellegrina”, si sono sviluppati qui diversi momenti di aggregazione tra ospiti e volontari. Ricordiamo tra tutti il laboratorio sartoriale, il corso di pittura, il corso di arte e il laboratorio di falegnameria.

“Pordenone legge”, nell’anno 2015 e 2016 alcuni degli ospiti delle nostre strutture hanno collaborato all’iniziativa prestandosi come Angeli.

“Pordenone international”, associazione che organizza attività ricreative in collaborazione con il progetto Erasmus al fine di integrare le diverse persone provenienti dai diversi paesi; tra il 2016 e il 2017 si sono dunque svolti degli aperitivi linguistici ovvero dei tandem linguistici dove in situazioni informali ragazzi con la stessa madrelingua trattavano di temi di attualità; a questa realtà si collega la squadra di calcetto Araba Fenice, formata da diverse persone, quasi tutte straniere.

“Un viaggio a scuola” , serie di incontri avvenuti negli istituiti suepriori della Città di Pordenone, tenuti da una operatrice della Cooperativa al fine di sensibilizzare le nuove generazioni rispetto al tema sempre più attuale dei richiedenti asilo.

“CAI Pordenone”, da luglio 2017 quattro ragazzi inseriti nei progetti di accoglienza, affiancano due volontari del CAI nella sistemazione/manutenzione dei sentieri di montagna.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi